Posts contrassegnato dai tag ‘Grizzly Bear’

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

La collaborazione tra la regista Allison Schulnik e i Grizzly Bear si fa sempre più intensa. Dopo che i ragazzi di Veckatimest hanno prestato alcune canzoni all’artista di Los Angeles per il corto Hobo Clown, le hanno chiesto di dirigere il video del nuovo singolo della band, Ready Able.

E il risultato è stato strepitoso: la sognante e mai semplice musica dei Grizzly Bear è accompagnata da un piccolo capolavoro di animazione in plastilina. Vedere per credere.

Bookmark and Share
TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Twilight Saga - New MoonNonostante la sua uscita sia prevista per il 20 ottobre, nel corso del weekend appena passato la colonna sonora di New Moon, il secondo film della cosiddetta Twilight Saga, ha letteralmente invaso il web. Il disco, molto atteso dal mondo indie per i grandi nomi che ne compongono la tracklist, si può scaricare un po’ ovunque e su Pitchfork se ne possono ascoltare 4 pezzi: quelli di Thom Yorke, dei Grizzly Bear, di Bon Iver con St. Vincent e di Lykke Li.

Indiependenza coglie la palla al balzo e vi propone di seguito i primi tre.

Bookmark and Share
TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Twilight Saga - New MoonI rumor e le voci che si sono inseguiti in queste ultime settimane a proposito della colonna sonora di New Moon, il secondo capitolo della saga vampiresca di Twilight, sono diventati realtà. La raccolta di canzoni per il film che uscirà il prossimo 20 ottobre sembra proprio un nuovo Dark Was the Night, il doppio album che quest’anno ha riunito i più importanti nomi dell’indie-rock mondiale per raccogliere fondi per combattere l’AIDS insieme all’organizzazione internazionale Red Hot.

La tracklist della coonna sonora, in effetti, parla da sola: Thom Yorke, Grizzly Bear, Lykke Li, The Killers, Editors, Bon Iver e St. Vincent (sì, insieme!) e, come già vi abbiamo raccontato, i Death Cab for Cutie.

Ecco i dettagli:

Death Cab for Cutie – Meet Me on the Equinox
Band of Skulls – Friends
Thom Yorke – Hearing Damage
Lykke Li – Possibility
The Killers – A White Demon Love Song
Anya Marina – Satellite Heart
Muse – I Belong to You (New Moon Remix)
Bon Iver and St. Vincent – Roslyn
Black Rebel Motorcycle Club – Done All Wrong
Hurricane Bells – Monsters
Sea Wolf – The Violet Hour
OK Go – Shooting the Moon
Grizzly Bear – Slow Life
Editors – No Sound But the Wind
Alexandre Desplat – New Moon (The Meadow)

Nelle orecchie
Phoenix – Wolfgang Amadeus Phoenix

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

La canzone è davvero incantevole e l’album che la contiene – Veckatimest, il loro ultimo – è una perla rara. Dunque, non potevamo non proporvi un video di Two Weeks dei Grizzly Bear. Dal vivo. A quel gran programma della CBS che è il Dave Letterman Show.

Nelle orecchie
Grizzly Bear – Two Weeks

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Jay-Z“Quello che il movimento indie sta producendo in questo momento è fonte di grande ispirazione”. Parola di Jay-Z, uno dei maggiori e più costanti esponenti dell’hip hop dell’ultimo decennio. E’ stato in seguito al concerto gratuito che i Grizzly Bear hanno tenuto a Brooklyn, New York, lo scorso 30 agosto che Hova, presente all’evento con la compagna Beyonce Knowles e sua sorella Solange, ha fatto questa dichiarazione. Per lui, come riporta Pitchfork, non c’è niente di strano nel fatto che un rapper vada a sentire un concerto indie. Anzi.

“Non capisco per la gente si sorprende di vedermi ai concerti. Ho sempre detto di credere che esista musica buona e musica cattiva e a questo genere di eventi ci sono sempre”, ha detto Jay che l’11 settembre pubblicherà l’atteso Blueprint 3 con parecchi pezzi prodotti da Kanye West (il primo singolo-bomba, Run This Town, lo trovate qui). “Adoro la musica. E’ per questo che nel secondo Blueprint c’erano diverse collaborazioni come quella con Lenny Kravitz. E poi ho anche inciso con Chris Martin dei Coldplay”.

I Grizzly Bear sono una bestia diversa da Kravitz o dai Coldplay e lui lo sa. A sentirlo, lui spero che il movimento indie-rock spinga il rap a migliorarsi. “I Grizzly Bear sono una band incredibile. Voglio dirlo a tutti… Spero che l’indie spinga il rap a migliorarsi. Ciò che l’indie rock sta facendo in questo momento è un’enorme fonte d’ispirazione. Mi sembra di vedere noi all’inizio della carriera. Concerti come questo sono strani fenomeni. Non se ne parla alla radio, nessuno ne parla e poi trovi 12.000 persone in sala. E la musica che fanno, la connessione che questi artisti stabiliscono col loro pubblico è davvero speciale. Dunque spero che abbiano ancora più successo in modo che l’hip hop deve sforzarsi di fare musica migliore. Può succedere perché è già successo quando il rap costrinse il rock a migliorarsi”.

Nelle orecchie
Chevelle – “Sci-fi Crimes”