Sufjan, sei proprio tu?

Pubblicato: giugno 7, 2010 da joolio in Video
Tag:, , ,
TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Lo so, arrivo tardi. Però in questi giorni sto consumando il nuovo dei National, High Violet. L’altro giorno stavo in fila sul Grande Raccordo Anulare di Roma e ascoltavo Afraid Of Everyone – sì, proprio quello qui sotto  – a tutto volume quando mi sono accordo di un’inconfondibile nuance nel pezzo. Ho pensato: “Ma che c’è Sufjan Stevens su ‘sta canzone?”.

La risposta, ottenuta leggendo le note dell’album e rischiando di tamponare l’auto davanti, è… Sì! Dunque, ecco i National con Sufjan dal vivo al Letterman Show. Enjoy!


Bookmark and Share

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS


Bookmark and Share

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Daft Punk, Snoop Dogg, Noel Gallagher, Ian Brown, Ciara e David Beckam si sono dati appuntamento nella Cantina, il famigerato bar di Mos Eisley, principale cittadina del pianeta Tatooine. Sì, il nostro universo e quello di Guerre Stellari si sono incontrati per 2 minuti e 10 secondi, la durata della nuova pubblicità che l’Adidas ha tirato fuori per la linea “Originals” in occasione dei Mondiali di Calcio al via il prossimo 11 giugno.

Il girato, neanche a dirlo, è geniale. Insomma, Snoop fa a pezzi un cacciatore di taglie con una spada laser e i Daft Punk chiacchierano con Han Solo… Si può chiedere di meglio? No. Punto. La scena della Cantina di Star Wars è una di quelle che il cinema di fantascienza considera sacre ma i creativi del noto marchio di abbigliamento sportivo ci ha lavorato sopra con il rispetto che soltanto i fan della serie avrebbero potuto dimostrare. Ma basta parlare, godetevi lo spot cliccando play sul video qui sotto.

Bookmark and Share

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Uno degli album che Indiependenza ha consumato di più nel 2008 è stato The Rhumb Line dei Ra Ra Riot. Siamo dunque più che entusiasti di sapere che il prossimo 24 agosto uscirà The Orchard, secondo lavoro in studio dell’indie-band newyorkese legata a doppio filo coi Vampire Weekend (il side-project Discovery appartiene al tastierista dei VW Rostam Batmanglij e al cantante dei RRR Wes Miles).

The Orchard è prodotto da Chris Walla dei Death Cab For Cutie e dal suo collaboratore Andrew Maury e conterrà le seguenti 10 tracce:

01 The Orchard
02 Boy
03 Too Dramatic
04 Foolish
05 Massachusetts
06 You and I Know
07 Shadowcasting
08 Do You Remember
09 Kansai
10 Keep It Quiet

Se non conoscete la musica delicata e puntuale dei Ra Ra Riot vi consigliamo di cominciare dalla splendida Can You Tell, di cui potete vedere il video qui sotto.

Bookmark and Share

Ecco la copertina del nuovo M.I.A.

Pubblicato: giugno 2, 2010 da joolio in Notizie
Tag:,
TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Bando alle ciance. M.I.A. ha rivelato la cover del suo prossimo disco intitolato, come già detto, / \ / \ / \ Y / \, trascrizione simbolica di Maya. Il lavoro uscirà il prossimo 13 luglio.

Ah, la copertina è ovviamente quella qui a fianco.

Bookmark and Share

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS


Bookmark and Share

TwitterFacebookMySpaceDiggdeliciousStumbleUponTechnoratiRedditFeed RSS

Rating: 5/5

di Ludovico Casaburi

Amanti delle “pietre rotolanti”, sveglia! Dallo scorso 18 maggio, nei migliori negozi ma anche nei peggiori è tornato il più grande disco dei Rolling Stones, quell’Exile on Main St. pubblicato originariamente nel 1972, oggi riedito in edizione deluxe (con dieci inediti) e addirittura in edizione super-deluxe (documentario di 30 minuti in DVD, vinile dell’album e libretto di 50 pagine).

Exile on Main Street, album doppio che aveva come titolo provvisorio Tropical Disease poi sostituito con quello noto, occupa la settima posizione nella classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi della rivista Rolling Stone. Raggiunse il numero 1 sia nella classifica inglese, sia in quella Usa, rimanendovi rispettivamente per una e quattro settimane.

Il titolo del disco allude all’esilio degli Stones dalla patria Inghilterra per causa di problemi con il fisco. Exile venne infatti registrato completamente nella cantina della villa in Francia del chitarrista Keith Richards. Dall’imperdibile e famosissima Tumbling Dice, alle splendide Rocks Off, Shine a Light, Sweet Virginia, All Down the Line, Happy. Una chicca per convincervi all’acquisto: Happy fu incisa da Keith Richards insieme al produttore Jimmy Miller e al sassofonista Bobby Keys mentre Keith aspettava che gli altri Stones, in ritardo, arrivassero in studio.

Bookmark and Share