Due parole sul concerto romano degli Editors

Pubblicato: dicembre 4, 2009 da joolio in Concerti
Tag:, , , ,

Appassionati e appassionanti, nonostante il volume decisamente basso, gli Editors hanno tenuto un gran concerto ieri sera a Roma in un Teatro Tendastrisce gremito e festante. Salita sul palco, illuminato esclusivamente da dietro come insegnano i Radiohead e impreziosito da un enorme schermo orizzontale a led, dopo Wintersleep e Maccabees, la band di Birmingham ha suonato con classe per circa un’ora e mezza dando equamente spazio ai tre dischi finora pubblicati ovvero The Back Room, An End Has A Start e il controverso In This Light And On This Evening.

I sintetizzatori e il sound decisamente elettronico di questa ultima prova in studio si sono dunque alternati all’indie-rock-new wave che dal 2002 ha caratterizzato il gruppo. E l’unico neo della serata è stato proprio questo. Gli Editors hanno suonato, infatti, in tre modalità: modalità Editors, modalità U2 e modalità Depeche Mode dove le prime due si sposano perfettamente mentre la terza rimane un po’ indigesta.

Certo la calda voce da crooner d’altri tempi di Tom Smith ha aiutato e la dimensione live ha dato nuova linfa a pezzi come Papillon o The Boxer che su disco risultavano un po’ piatti ma non c’è dubbio che il vecchio materiale funzioni meglio di quello nuovo. Detto questo, quella di ieri è stata un performance coinvolgente, solida e convincente di una delle migliori band degli ultimi anni.

Bookmark and Share
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...